Da quando il primo prototipo di smartphone si è animato negli anni ’90, la loro ascesa è stata inarrestabile. Nel 2019, l’81 per cento della popolazione degli Stati Uniti possiede uno smartphone, e la proprietà globale degli smartphone continua a salire alle stelle. Il pubblico usa questi dispositivi per quasi tutte le interazioni digitali, dalle applicazioni di messaggistica e dai social media ai video streaming fino allo shopping online. Anche le aziende stanno iniziando a riconoscere il potenziale dello smartphone per il controllo accessi mobile.

Secondo una ricerca di Gartner, entro il 2020 il 20% delle organizzazioni utilizzerà gli smartphone al posto delle tradizionali tessere (badge) di accesso fisico. Inoltre, IHS Markit stima che circa il 20% dei lettori di controllo accessi attualmente installati saranno compatibili con smartphone entro il 2022. Poiché le soluzioni di controllo accessi mobile sono in aumento, gli smartphone potrebbero sostituire gradualmente le chiavi e i badge d’accesso nel prossimo futuro. Paul Studerus, Vice President Strategic Innovation di dormakaba dichiara: «Tuttavia, le soluzioni digitali non sostituiranno completamente le vecchie tecnologie in tempi ragionevoli: una coesistenza di soluzioni di accesso meccaniche, elettroniche e basate su cloud sarà la realtà».

Ecco quattro vantaggi dell’utilizzo degli smartphone nei sistemi di controllo degli accessi.

1. Convenienza incorporata

Gli smartphone hanno il vantaggio della convenienza incorporata. È più probabile che le persone dimentichino una chiave o una tessera (badge) piuttosto che un oggetto di valore come uno smartphone. Questo significa che avranno quasi sempre con sé le loro credenziali di accesso.

Eppure, i vantaggi della convenienza sono ancora più evidenti per le imprese. Il noioso lavoro di approvvigionamento e smaltimento di chiavi e badge di accesso comporta la fornitura di nuove chiavi e la sostituzione di quelle danneggiate, smarrite o rubate. Il rilascio delle credenziali in remoto tramite un’applicazione mobile può eliminare tutto questo, facendo risparmiare tempo e denaro alle organizzazioni.

2. Maggiore sicurezza

Gli smartphone aggiungono un ulteriore livello di sicurezza per gli utenti, combinando qualcosa che hanno (il loro smartphone) con qualcosa che conoscono (un PIN o un codice di accesso) o che sono (impronte digitali o altri dati biometrici). Per questo motivo, le credenziali di accesso mobile sono protette dietro la capacità di autenticazione a più fattori degli smartphone.

Le persone sono anche più vigili sui loro smartphone, assumendo la proprietà del loro dispositivo e mantenendolo al sicuro. Non daranno facilmente il loro smartphone ad altri. D’altra parte, chiavi o badge vengono spesso prestati senza alcuna riserva. Questo può comportare l’ingresso di persone non autorizzate in aree private all’interno di un’azienda.

3. Miglioramento del controllo

Il personale di sicurezza dell’edificio e i facility manager avranno un maggiore controllo sull’assegnazione delle credenziali di accesso mobile. Essi possono concedere, modificare o revocare queste credenziali immediatamente. Ad esempio, quando un nuovo dipendente richiede l’accesso, il facility manager può configurarlo con un software di gestione del controllo accessi e inviare le credenziali allo smartphone del dipendente. Quando il dipendente lascia l’azienda, il facility manager può facilmente revocare i diritti di accesso del dipendente.

Questo controllo potenziato è ancora più importante per l’accesso degli ospiti. Il personale di sicurezza dell’edificio può inviare credenziali temporanee allo smartphone di un visitatore e configurarle in modo che funzionino solo per un certo giorno e una certa ora. Quando un ospite riprogramma la sua visita, le credenziali possono essere modificate per in linea con la nuova data e il nuovo orario.

4. Aggiunta di flessibilità

Il potenziale degli smartphone supera l’accesso fisico. Combinando le credenziali mobili con altre applicazioni, le persone possono usare i loro smartphone per accedere alle loro macchine di lavoro, pagare per gli acquisti nelle caffetterie o nei distributori automatici, come pass per i parcheggi designati e altro ancora.

Il controllo degli accessi mobile è il futuro

Il controllo degli accessi tramite smartphone va avanti passo dopo passo ed è un’ottima alternativa alle chiavi e badge di accesso, in quanto offre un insieme specifico di punti di forza e vantaggi. Grazie ai vantaggi che offrono rispetto ai media tradizionali, gli smartphone hanno il potenziale per trasformare il futuro del controllo degli accessi.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *