Con la rapida urbanizzazione le città di tutto il mondo sono più dense e costose che mai. Un futuro urbano in cui le imprese e gli individui possano prosperare richiederà un design intelligente, efficiente e flessibile degli ambienti che massimizzi lo spazio esistente. Aziende innovative come Skyfold, che creano sistemi di pareti divisorie flessibili e verticali, ci aiuteranno a sviluppare un design efficiente.

Il mondo si sta urbanizzando a un ritmo vertiginoso: Entro il 2050, due terzi delle persone vivranno in città, a partire da meno di un terzo nel 1950. Nel 2000 c’erano 371 città con oltre 1 milione di abitanti; nel 2030 questo numero quasi raddoppierà.

Mentre la gente si riversa nelle città, lo spazio si riduce e i prezzi salgono vertiginosamente.

Nel centro di Londra, nei mesi scorsi sono stati costruiti 13,2 milioni di metri quadrati di nuovi uffici, uno spazio quasi sufficiente a riempire cinque Empire State Buildings. Gli immobili commerciali non sono a buon mercato: tra il 2011 e il 2015 il prezzo è aumentato del 70% in città. Londra non è sola: Nel centro di Philadelphia, i prezzi sono cresciuti dell’87,5% in sette anni, di cui il 15% nel 2015.

Spazio per crescere

Dove la terra esiste, i costruttori sono alla ricerca di un uso più creativo dello spazio. Le aziende edili stanno costruendo città verso l’alto con grattacieli di uffici torreggianti e verso l’esterno con complessi residenziali ai confini della città. Allo stesso tempo, gli urbanisti stanno esplorando modi per rivitalizzare i lotti abbandonati e gli architetti stanno trovando il modo di infilare gli appartamenti negli spazi tra gli edifici.

La creatività, tuttavia, può ridurre i costi solo fino ad ora. A Hong Kong, il mercato immobiliare più costoso del mondo, il costo della proprietà della casa è aumentato del 126 per cento in poco più di due decenni e la gente ora spende il 69 per cento del proprio reddito mensile per i mutui.

Una soluzione è rappresentata dalle capsule da 25 piedi quadrati che i giovani affittano in appartamenti condivisi per un prezzo compreso tra i 400 e i 650 dollari. Un’altra recente proposta di è quella di costruire microappartamenti all’interno di tubi di scarico in cemento installati sotto i cavalcavia o nei parcheggi.

Con il terreno che si estende fino al punto di rottura, alcune città si stanno addirittura espandendo nell’acqua. A Dacca, dove il prezzo del terreno è aumentato del 74% dal 2000 al 2010, i costruttori stanno costruendo case in laghi, canali e fossati. A Tel Aviv gli ingegneri stanno persino sviluppando modelli sperimentali per i sobborghi galleggianti costruiti su chiatte che sosterrebbero tre edifici di 10 piani ed espanderebbero la città nel Mediterraneo.

Design per stanze flessibili

La lotta per lo spazio – e l’espansione sempre più improbabile di esso – porta a casa l’importanza vitale di utilizzare lo spazio esistente nel modo più efficiente e versatile possibile.

Prima di ricorrere a interventi più drammatici, gli uffici, i centri congressi, gli alberghi e le università devono trovare modi innovativi per massimizzare ciò che già hanno. Una soluzione è stata quella delle tradizionali pareti divisorie per uffici che, pur essendo efficaci, sono difficili da immagazzinare e occupano spazio prezioso.

Due in uno: Le pareti divisorie pieghevoli incassate nel soffitto offrono un design flessibile dell’ambiente senza occupare spazio vitale.

Skyfold, una consociata di dormakaba, ha sviluppato pareti divisorie flessibili e pieghevoli in verticale che possono essere installate in quasi tutte le stanze – sia che si tratti di una sala conferenze sovradimensionata, di un ufficio accogliente o di una sala conferenze a più piani. Le pareti divisorie possono adattarsi alle nuove circostanze in pochi minuti e sono accuratamente insonorizzate per mantenere un’acustica ottimale. Le varie opzioni di finitura, tra cui l’impiallacciatura in legno o la grafica personalizzata, consentono di integrarsi in qualsiasi ambiente, da un’aula universitaria a un elegante ristorante dell’hotel, e consentono un design delle stanze completamente flessibile.

Mentre i sobborghi galleggianti e le case a capsule possono sembrare apocalittici, la densità non è uguale al destino. Infatti, gli esperti ritengono che le città più dense potrebbero ridurre le emissioni di carbonio di un terzo. Le città sono anche centri di potere economico, generando l‘80% del PIL globale e la maggior parte dell’occupazione internazionale.

Sfruttare la promessa urbana – ed evitare il pericolo – richiederà soluzioni progettuali intelligenti, rendendo le pareti divisorie verticali di Skyfold solo l’inizio di un futuro urbano entusiasmante.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *