Dalle pianure dell’Asia centrale alle colline della Spagna meridionale, l’architettura islamica ha lasciato un segno soprattutto nel cosiddetto «vecchio mondo». Ha avuto un impatto significativo sullo sviluppo degli stili architettonici in tutto il mondo e la sua influenza è visibile in vari edifici di culture e periodi diversi.

L’architettura islamica presenta variazioni regionali basate su tradizioni e pratiche culturali locali. Sebbene le caratteristiche associate alle diverse regioni – come gli archi a ferro di cavallo e le piastrelle colorate dell’architettura andalusa o le cupole a cipolla dell’architettura dell’Asia centrale – siano diverse, di seguito sono riportati alcuni modelli comuni per riconoscere gli edifici influenzati dall’architettura islamica e alcuni dei suoi migliori esempi.

6 dettagli per riconoscere l’architettura islamica

Modelli geometrici

Una delle caratteristiche più dominanti dell’architettura islamica sono gli intricati motivi geometrici, soprattutto perché la religione vieta i dipinti o le rappresentazioni visive di esseri umani. Questi motivi geometrici, come stelle o poligoni, sono visibili nelle piastrelle, nei lavori in legno, negli intonaci e persino nella disposizione dei giardini.

Calligrafia

La calligrafia islamica, come le eleganti iscrizioni in caratteri arabi, in particolare i versetti del Corano, è un elemento di spicco dell’architettura islamica. La calligrafia è solitamente stilizzata e ornamentale.

Archi e cupole

L’architettura islamica utilizza notoriamente archi e cupole. Le cupole sono spesso a forma di bulbo o di cipolla e vengono utilizzate per coprire grandi spazi interni sotto i quali le comunità si riuniscono per pregare insieme.

Cortili e giardini

L’architettura islamica incorpora spesso cortili e giardini, che potrebbero rappresentare le descrizioni coraniche del paradiso. I giardini possono includere giochi d’acqua, alberi e aiuole.

Uso di luci e ombre

Poiché molte culture a maggioranza musulmana provengono da climi rigidi come i deserti, l’architettura islamica utilizza spesso il gioco di luci e ombre per migliorare l’impatto visivo. Intricati reticoli o schermi traforati che filtrano la luce, creano splendidi motivi e un senso di tranquillità.

Simmetria e proporzioni

L’architettura islamica enfatizza la simmetria e le proporzioni. Gli edifici presentano una disposizione degli elementi equilibrata e armoniosa, sia in orizzontale che in verticale.

5 esempi di architettura islamica

Palazzo dell’Alhambra – Spagna

Situata a Granada, nel sud della Spagna, l’Alhambra è un complesso di palazzi e fortezze rinomato per la sua squisita architettura nazarí. Presenta intricati motivi geometrici, delicate volte a muqarnas, tranquilli cortili con fontane e splendide viste sul paesaggio andaluso circostante.

Taj Mahal – India

Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO e meraviglia del mondo, il Taj Mahal è un mausoleo di Agra costruito dall’imperatore Shah Jahan come tributo alla moglie. La sua iconica cupola in marmo bianco, i minareti, i disegni in pietra intarsiata e i giardini simmetrici esemplificano l’architettura Mughal e sono considerati un capolavoro dell’arte islamica.

Grande Moschea Sheikh Zayed – Emirati Arabi Uniti

Situata ad Abu Dhabi, la Grande Moschea Sheikh Zayed è una meraviglia architettonica moderna. Combina elementi architettonici tradizionali islamici con un design contemporaneo. Le sue dimensioni imponenti, il rivestimento in marmo, gli intricati motivi floreali e gli splendidi lampadari la rendono uno spettacolo mozzafiato.

Palazzo Topkapi – Turchia

Questo complesso di palazzi ottomani di Istanbul è stato per secoli la residenza dei sultani. Presenta una serie di edifici, cortili e giardini. Tra gli esempi di architettura islamica degni di nota all’interno del complesso vi sono l’ornata Porta del Saluto, l’Harem e la Sala del Consiglio Imperiale.

Moschea di Nasir al-Mulk – Iran

Situata a Shiraz, in Iran, questa splendida moschea è famosa per le sue vetrate mozzafiato che proiettano vibranti tonalità di luce nello spazio interno. Le splendide piastrelle, i delicati muqarnas e l’intricata calligrafia contribuiscono al suo fascino.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *