«Perché colpire una palla con una racchetta è diventato un’ossessione per molti di noi?», ha pensato la critica culturale Nat Hentoff. «Mi sembra chiaro che l’attrattiva principale verso questo sport sia l’opportunità che dà di liberare la tensione fisica senza rischiare di essere arrestato per aggressione aggravata».

Nato da una partita di pallamano del XII secolo in Francia, il tennis è uno degli sport più popolari al mondo. Dagli anni Settanta, quando le partite hanno cominciato ad essere trasmesse in televisione, il tennis ha guadagnato milioni di appassionati e giocatori, cementando la sua diffusione. Grazie a un interesse millenario, il tennis ha recentemente goduto di un altro boom. Solo negli Stati Uniti, la partecipazione al tennis ha raggiunto i 18 milioni.

Sia per gli appassionati che per i giocatori, il tennis è più di un semplice esercizio fisico: È uno stile di vita appassionato. Ma gli sviluppi tecnologici sono al passo con la crescita costante del tennis e dei suoi appassionati?

Un tentativo per vincere: Digitalizzare un gioco medievale con eTennis

tennis, mobile access,

Secondo Andreas Munk, CEO e fondatore di eTennis, una piattaforma che offre un’architettura digitale per ottimizzare gli impianti sportivi dedicati al tennis, ci sono alcune inefficienze fondamentali nelle pratiche tradizionali di questo sport.

«Le persone che giocano a tennis sono particolarmente appassionate», dice Munk. «Non vedono l’ora di arrivare in campo, ma devono registrarsi alla reception, ed eventualmente aspettare in coda finché non arriva il loro turno. Questo incide negativamente sul loro entusiasmo e sull’esperienza di gioco».

Tuttavia, Munk ritiene che i problemi che mettono a dura prova la gioia del tennis possano essere superati con la digitalizzazione. eTennis, è la sua piattaforma digitale «all-in-one» per la gestione di un tennis club, che limita molti dei problemi che riscontrano sia i proprietari dei club che i giocatori stessi.

I membri del club possono accedere in modo sicuro con l’applicazione eTennis tramite il loro smartphone e possono recarsi nei campi da gioco, prenotati in anticipo con la stessa applicazione. Invece di presentarsi in campo e sperare in un posto libero, possono pianificare le loro partite in modo più efficiente, programmare le partite con gli altri membri e persino organizzare tornei. Per coloro che vogliono migliorare il gioco, è possibile prenotare sessioni extra o time slot con un allenatore, elaborando al contempo tutti i pagamenti tramite l’applicazione eTennis. Grazie all’accesso mobile, i giocatori non hanno più bisogno di consegnare le chiavi fisiche, né possono perderle o dimenticarle.

Allo stesso modo, se le strutture dispongono di personale e receptionist, l’app consente loro di migliorare il servizio complessivo e la soddisfazione del cliente facilitando l’ingresso. Anche i capitani delle squadre e gli istruttori di tennis possono essere soddisfatti, in quanto sono in grado di vedere la disponibilità dei membri del loro team o degli allievi.

Ottimizzazione delle risorse per giocatori e proprietari dei club

tennis

«Alcune strutture sportive come i campi da tennis e da squash o i campi da golf richiedono uno spazio grande», dice Munk. «Il mantenimento di questi club, che spesso sono finanziati dai loro soci, può essere costoso e può comportare molti oneri di gestione».

Quindi, un’applicazione come eTennis, che permette l’uso più efficiente possibile dei campi da gioco è un investimento con alti rendimenti.

«La riduzione dei problemi e dell’amministrazione rendono la vita più facile sia per i giocatori che per i gestori delle strutture. Tutto ciò rende il business più redditizio», aggiunge Munk.

Un appassionato tennista, che gioca a tennis da anni, fa eco a Munk. «Prepararsi per andare a giocare e scoprire poi che non ci sono campi da gioco disponibili può essere molto deludente. Il fatto di poter prenotare il mio posto in anticipo attraverso l’app in combinazione con gli orari di apertura prolungati e la facilità di accesso al club rende la mia passione ancora più appagante”.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *