Le tecnologie digitali guidano l’ottimizzazione, aumentano l’efficienza, riducono i costi e l’impatto ambientale. Mentre le economie avanzate stanno correndo verso la nuova rivoluzione industriale, nota anche come «Industria 4.0″, il settore edile resta uno dei meno digitalizzati.

Con una spesa globale di circa 10 trilioni di dollari americani , l’edilizia è uno dei settori più grandi del mondo. Quando il settore edile è ancora lontano dalla digitalizzazione e segue letteralmente un modello di sviluppo in mattoni e mortai, con conseguenze terribili. Secondo McKinsey, i grandi progetti spesso richiedono il 20% in più di tempo per essere portati a termine rispetto a quanto previsto e superano fino all’80% del budget. Anche i margini di profitto, che sono tra i più bassi di tutti i settori, ne risentono.

La realtà aumentata (AR) è una tecnologia che compone una visione creando un’immagine generata dal computer sulla visione del mondo reale dell’utente. Essa «aumenta» un ambiente del mondo reale attraverso un’esperienza interattiva, che può includere elementi visivi o altre impressioni sensoriali come l’udito, il tatto o l’olfatto. Non diversamente da un videogioco, gli utenti indossano un dispositivo AR che si orienta al loro punto di vista.

Nel settore edile, la realtà aumentata permette di combinare progetti architettonici virtuali con la realtà fisica di un cantiere. Quelli che seguono sono i tra i principali risultati dati dall’utilizzo della realtà aumentata nel campo dell’edilizia, modalità che possono cambiare il futuro del settore.

1. Visualizzazione del progetto savralimentata

La realtà aumentata va oltre i modelli 3D: con questa tecnologia è possibile ridurre al minimo le spiacevoli sorprese prima che si verifichino fornendo un effetto quasi soprannaturale.

Gli operatori nel settore edile che indossano il dispositivo AR possono vedere attraverso le pareti. Dal montaggio del telaio scheletrico di un edificio alla realizzazione di piccoli fori, hanno il controllo su tutti i risultati del processo di costruzione. Questa prospettiva olistica elimina dubbi ed errori, facilitando al tempo stesso progetti rendendoli efficienti anche dal punto di vista dei costi.

Grazie alla realtà aumentata, i responsabili del progetto possono supervisionare i loro lavori nei minimi dettagli, tutto questo a beneficio anche degli architetti d’interni.

2. 2. Portare la collaborazione di squadra a un livello superiore

I cantieri possono essere luoghi caotici, disordinati e rumorosi. Il complesso processo di costruzione di un edificio richiede molte competenze diverse, dentro e fuori dal cantiere. Quindi, non è raro che le imprese di costruzione abbiano sfide di collaborazione o sperimentino una disconnessione tra i campi e la sede centrale.

Grazie alla realtà aumentata, i dipendenti possono ridurre al minimo queste lacune e beneficiare di una collaborazione di squadra più efficiente. Gli operatori sul campo possono inviare ai loro colleghi a distanza appunti, video e altri dati grazie alla tecnologia AR. In questo modo, i lavoratori possono affrontare i potenziali problemi prima che si presentino, consultarsi a vicenda ed evitare i costosi errori che hanno afflitto il settore edile.

Quando i membri del team comunicano utilizzando modelli accurati e reali, nessuno ha bisogno di fare prove o congetture. Quindi, tutti i dipendenti possono canalizzare il loro talento e la loro creatività per ottenere il massimo dal loro progetto.

3. 3. Migliorare la sicurezza sul lavoro

La sicurezza è una sfida e una preoccupazione comune in tutti i luoghi di lavoro. Tuttavia, nei cantieri edili, gli incidenti si verificano più frequentemente della maggior parte degli altri ambienti professionali. Negli Stati Uniti, il 20% di tutti gli infortuni mortali sul lavoro si verificano nel settore edile.

L’AR può contribuire a ridurre queste cifre. Può aiutare le squadre a prepararsi e a controllare i rischi per la sicurezza prima ancora di iniziare il lavoro. Queste tecnologie consentono inoltre agli ispettori di identificare i pericoli nel cantiere in modo più efficiente.

Gli operatori in cantiere possono utilizzare l’AR per imparare ad usare i vari macchinari, complicati e potenzialmente pericolosi, cercando di farli funzionare in modo sicuro. L’AR non solo fa risparmiare tempo aiutandoli ad apprendere queste operazioni più velocemente, ma attraverso l’esperienza immersiva, possono limitare i rischi di danneggiare se stessi o gli altri.

Nel settore edile, la realtà aumentata permette di combinare progetti architettonici virtuali con la realtà fisica di un cantiere. Quelli che seguono sono i tra i principali risultati dati dall’utilizzo della realtà aumentata nel campo dell’edilizia, modalità che possono cambiare il futuro del settore.

La Realtà Aumentata per aiutare ad affrontare i problemi di produttività

Realtà aumentata nell'edilizia

Secondo McKinsey, dal 1945 la produttività nel settore manifatturiero, nella vendita al dettaglio e nell’agricoltura è cresciuta fino al 1.500 per cento. Nel frattempo, quella del settore edile è rimasta quasi invariata.

Per la sostenibilità e la crescita futura, è imperativo che il settore edile, che rappresenta il 13% del PIL mondiale, affronti questi problemi.

L’AR fonde teoria e pratica senza problemi. Grazie alle sue caratteristiche multisensoriali e alla capacità di integrare i progetti virtuali con le realtà di un cantiere, la realtà aumentata è uno strumento unico che può aiutare i leader a superare le sfide del loro settore.

Nel settore edile, la realtà aumentata permette di combinare progetti architettonici virtuali con la realtà fisica di un cantiere. Quelli che seguono sono i tra i principali risultati dati dall’utilizzo della realtà aumentata nel campo dell’edilizia, modalità che possono cambiare il futuro del settore.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *