Applicazioni per smartphone, concierge digitali, sistemi robotici e accessi biometrici. La tecnologia oggi è una componente essenziale del servizio di un hotel e il suo impatto sul settore ci permette di scoprire le prospettive future del settore dell’ospitalità. Già negli anni precedenti alla pandemia, le catene alberghiere più prestigiose avevano rivisto le loro strategie e investito fortemente su tecnologie che rendessero più semplice e contactless l’esperienza dei loro ospiti.

Nella vita di tutti i giorni l’impatto delle tecnologie protagoniste della quarta rivoluzione industriale è stato incredibile e il mondo dell’ospitalità è decisamente mutato per soddisfare le esigenze di viaggiatori sempre più smart. Un’indagine PWC ci fornisce alcuni dati importanti in linea con le nuove tendenze del settore. L’81% degli intervistati, già nel 2019, dichiarava di preferire un hotel che offrisse un soggiorno digitalizzato e il 66% era disposto a spendere di più per un hotel con un servizio ottimizzato di check-in.

Dimenticati la chiave, ma non lo smartphone!

I nostri ospiti sono sempre stati al centro di tutto ciò che facciamo e, negli ultimi anni, l’integrazione tra fisico e digitale è stato un obiettivo chiave per la nostra innovazione…abbiamo rapidamente accelerato i nostri sforzi per garantire ai nostri ospiti esperienze contactless e sicure in tutto il mondo.

Mike Gathright, Vice Presidente Customer Experience, Hilton Worldwide

L’utilizzo delle chiavi digitali è molto diffuso nel settore dell’ospitalità. Le chiavi digitali, infatti, offrono più autonomia agli ospiti e maggiore controllo ai manager delle strutture. Queste, insieme ad altre funzionalità, possono essere concentrate in una sola applicazione che l’ospite deve scaricare sul proprio smartphone. La nota catena alberghiera statunitense Hilton ha sviluppato l’applicazione Hilton Honors per migliorare l’esperienza degli ospiti riscontrando ottimi risultati.

L’applicazione consente di velocizzare le operazioni alla reception tramite il check-in digitale. La chiave della camera è associata al telefono e con essa è possibile accedere direttamente alla propria camera e alle aree comuni della struttura. Oggi Hilton Honors è disponibile in più del 80% degli hotel Hilton gestendo ad oggi oltre 121 milioni di accessi.

Robotica e ospitalità

Sempre più terreno multidisciplinare, la robotica oggi è una scienza in evoluzione, capace di declinarsi in applicazioni appartenenti a contesti diversi coinvolgendo anche quello dell’ospitalità.

Allo Yotel di New York, struttura che sin dalla sua inaugurazione vicino a Times Square è diventata sinonimo di tecnologia, un braccio robotico cattura l’attenzione degli ospiti e dei passanti più curiosi. Domina la hall e fornisce un deposito bagagli completamente automatizzato per gli ospiti. A Nagasaki, in Giappone, l’Henn-na Hotel è diventato il primo hotel al mondo con personale robotico. I robot sono presenti alla reception e come punti di informazione per i clienti. L’interazione avviene tramite riconoscimento biometrico e con un semplice dialogo.

Intelligenza artificiale e biometria

La struttura che meglio rappresenta il connubio di tecnologie è il gioiello di Alibaba: il FlyZoo Hotel, situato nella città di Hangzhou, nella provincia cinese dello Zhejiang.

Poiché la tecnologia intelligente sta rimodellando le industrie, il FlyZoo Hotel rappresenta lo sforzo di Alibaba per sposare l’ospitalità con la tecnologia e, in ultima analisi, ispirare e potenziare l’industria del turismo per abbracciare l’innovazione

ha dichiarato Andy Wang, CEO di Alibaba Future Hotel

Come nel caso degli hotel Hilton, tutto inizia con un’applicazione: FlyZoo. Da lì i viaggiatori possono prenotare la loro camera, scegliere il piano e la direzione verso cui si affaccia la loro stanza. FlyZoo offre una gamma di servizi basati sull’intelligenza artificiale per creare un’esperienza comoda, semplice e completamente contactless per gli ospiti. Ad esempio, possono scegliere di utilizzare il riconoscimento facciale inviando una foto del viso al momento della prenotazione per accedere all’hotel. Questo significa che per utilizzare l’ascensore, entrare nella propria stanza o accedere a palestre o piscine, basterà mostrarsi ad un lettore biometrico facciale per identificarsi.

Ogni stanza, inoltre, è dotata dell’assistente intelligente Tmall Genie, che aiuta gli ospiti a regolare la temperatura, le luci, le tende o riprodurre la musica.  Questo gioiello della domotica interagisce con gli ospiti rispondendo alle loro richieste tramite comandi vocali.

Il settore dell’ospitalità è estremamente competitivo e per questo è necessario che le strutture siano al passo con l’evoluzione delle tendenze tecnologiche. La tecnologia può aiutare il settore a semplificare processi, ottimizzare i costi di gestione e migliorare l’esperienza degli ospiti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *